scroll

5 elementi che condizionano il vostro posizionamento su Google

close

    Hai un progetto?
    Scrivici ti ricontatteremo








    Cosa stabilisce quale risultato compare nella prima pagina di Google e quale no?

    In questo articolo vi vogliamo dare qualche consiglio utile per migliorare la posizione del vostro sito web su Google.

    Tralasciamo il solito pippone che essere presenti in prima pagina su Google nel 2021 è a dir poco fondamentale se vogliamo affrontare un business on-line di successo, se siete qui lo do per scontato.

    Il grosso problema è che le posizioni in prima pagina nelle ricerche di Google sono solo 10 e i siti che concorrono alla prima pagina sono decisamente molti di più. Se a questo aggiungiamo che difficilmente le persone vanno oltre il 6 risultato e le prime tre posizioni raccolgono circa il 60% dei click degli utenti la questione si fa ancora più difficile.

    Per complicare ancora di più la situazione si aggiungono i primi 4 risultati sponsorizzati di Google e se la ricerca è geo localizzata si aggiungono anche i risultati di Google maps … insomma un bel casino.

    L’interesse di Google in tutto ciò è sempre quello di fornire all’utente il risultato migliore e più pertinente alla sua ricerca in prima pagina e per farlo nel corso degli anni ha continuato ad aggiornare il suo algoritmo e continua a farlo tutt’ora mettendo i bastoni fra le ruote ai furbetti che cercano di influenzare forzatamente il suo algoritmo per posizionarsi per primi.

    Purtroppo questa è una tecnica diffusissima, ci sono moltissime agenzie che propongono ai clienti il raggiungimento della prima pagina entro poche settimane, molto probabilmente nel brevissimo periodo ci riescono anche ma appena Google si accorge elimina completamente il sito dalle ricerche organiche e questo significa non comparire più nemmeno cercando il nome della propria azienda.

    La nostra strategia SEO da sempre si è focalizzata solo sugli elementi portanti dettati da Google fin dalla notte dei tempi, non abbiamo mai seguito le mode o trucchetti strani. Indubbiamente lavorare seguendo le regole è più difficile e da risultati in più tempo ma sono risultati consolidati nel tempo che danno moltissimi vantaggi soprattutto nel lungo periodo.

    Quindi quali sono gli elementi portanti che condizionano il vostro posizionamento su Google?

    1. AUTOREVOLEZZA

    Immaginate di essere al mercato della vostra città e incontrate 5 persone che vi consigliano di andare a prendere il pesce al banco X poi ne incontrate altre 3 che vi consigliano il banco Y.
    Di base uno pensa vado al banco X perché me lo hanno consigliato in 5 … ma se i 3 che vi hanno consigliato il banco Y sono 3 chef rinomati che comprano abitualmente da quel banco per il loro ristorante allora sono sicuro che la vostra scelta ricadrà sul banco Y.

    L’autorevolezza di un sito è proprio questa, per andare più nel dettaglio ad influenzare l’autorevolezza di un sito sono i seguenti valori:

    • Età del domino
    • Quantità e autorevolezza dei siti che lo linkano
    • Nome del dominio

    Questo valore viene espresso in DA ( Domain Autority ) se volete verificare quale è l’autority del vostro sito lo potete fare dal sito: https://moz.com/domain-analysis

    Ovviamente più il dominio ha un Autority elevata più facilmente si posizionerà nelle ricerche di Google.

    2. VELOCITA’ E SICUREZZA

    Come abbiamo detto fin dall’inizio Google premia i siti che rispondo meglio alle esigenze degli utenti e sicuramente una delle esigenze principali di ogni utente è quella di avere velocemente la risposta al suo quesito e di trovarla all’interno di un sito sicuro.

    Per questo è fondamentale che il vostro sito si apra in meno di 2 secondi e la navigazione sia sotto protocollo di sicurezza httpS:// .

    I valori che possono influire sulla velocità del vostro sito sono:

    • Qualità di realizzazione del sito stesso
    • Velocità e qualità del server presso il quale il vostro sito è caricato.

    Se la web agency che vi ha realizzato il sito ha considerato tutte queste varianti siete in una botte di ferro. In alternativa scriveteci per una consulenza gratuita, saremo lieti di aiutarvi.

    3. MOBILE FRIENDLY

    Sembrerà assurdo ripetere questo concetto nel 2021 ma .. è fondamentale che il vostro sito sia ottimizzato per la navigazione da smartphone.

    Non basta che il vostro sito sia responsive… spesso molti siti lo sono ma sono comunque difficili da navigare attraverso lo smartphone. A volte i testi sono troppo piccoli, le foto non vengono ridimensionate correttamente, ci sono sovrapposizioni di contenuti ecc.. Affinché il vostro sito sia posizionato in prima pagina è essenziale avere un sito perfetto da Desktop e da mobile.

    4. PERTINENZA E CONTENUTI

    Come ha sempre affermato Google “Content is the King” il contenuto è la parte più importante di un sito web. Per questo è fondamentale che i contenuti delle pagine del nostro sito web siano in linea con le parole chiave e sempre in costante aggiornamento.

    Su quanto debbano essere lunghi i contenuti delle pagine di un sito web c’è da sempre una diatriba tra chi dice che una pagina per posizionarsi bene deve avere almeno 2.000 parole altri che invece dicono che l’importante è avere più di 400 parole. Il nostro consiglio è quello di concentrarsi sul dare le giuste informazioni agli utenti, illustrare in modo chiaro e preciso la vostra attività e non pensare al numero di parole.

    Una cosa però è fondamentale, mai fare copia e incolla dei contenuti da altri siti perché in quel caso la penalizzazione è assicurata! Create sempre contenuti unici ed originali, orientati all’utente e vedrete che non avrete mai problemi.

    5. NIENTE ERRORI

    A nessuno piace cliccare su un link e finire in una pagina con un errore 404 (pagina non trovata) e questo di sicuro non piace neanche a Google. Per questo è estremamente importante che il vostro sito non presenti pagine cancellate o link non funzionanti.

    Certo è che nel corso degli anni un’azienda può cambiare e quindi alcuni servizi possono essere eliminati o accorpati con altri.. quindi può essere necessario cancellare determinate pagine o contenuti del sito. Per farlo basta semplicemente utilizzare quelli che in gergo tecnico si chiamano redirect 301, ossia diciamo a Google che la pagina di quel servizio non esiste più e rimandiamo l’utente ad un’altra pagina.

    Vi abbiamo riassunto 5 punti importanti da tenere in considerazione per il posizionamento in prima pagina del vostro sito web. Se desiderate una consulenza SEO dedicata alla vostra azienda, noi siamo qui per questo!

    Se desideri avere una consulenza gratuita in merito a questo argomento, contattaci saremo lieti di aiutare te e il tuo brand!

    close